Creval non brinda al successo dell’aumento

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 23 Giugno 2014 | 14:21
L’operazione ha visto sottoscritto il 99,62% dei diritti (i residui diritti non esercitati saranno offerti in borsa dal 24 giugno). Ora la banca può anche tornare a pensare a crescere

CREVAL IN CALO, L’AUMENTO E’ RIUSCITO Credito Valtellinese (Creval) che cede poco più dell’1,3% a inizio pomeriggio quando in borsa sono già passati di mano oltre 4,3 milioni di pezzi. L’istituto ha portato a termine con successo l’aumento di capitale da 400 milioni di euro, che è risultato sottoscritto al 99,62% per un ammontare di 398,5 milioni di euro. I diritti di opzione non esercitati saranno offerti in borsa dal 24 giugno prossimo.

INCORPORATO MEDIOCREVAL – L’operazione è stata valutata positivamente dagli analisti in quanto consente all’istituto, che oggi ha anche approvato la fusione per incorporazione di Mediocreval (già controllata al 100%) in Creval, di raggiungere un indice di patrimonializzazione primario dell’11,5%, non solo sufficientemente solido in vista dell’Asset quality review e degli stress test della Bce, ma anche per valutare ulteriori operazioni di crescita per linee interne ed esterne.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Creval-Agricole, slitta la nomina del successore. Si tratta per l’uscita di Lovaglio

Risiko Banche, Creval entra nella galassia di Credit Agricole

Creval, respinta l’offerta di Agricole

NEWSLETTER
Iscriviti
X