Milano in ripresa grazie ai titoli finanziari

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Luglio 2014 | 08:22
L’esposizione di Banco Espirito Santo verso altre società del gruppo è di 1,18 miliardi di euro, poco più dei 900 milioni attesi. Piazza Affari riparte in scia ai finanziari.

LISBONA PROVA A FARE CHIAREZZA – Mentre dal Portogallo arriva la notizia che Banco Espirito Santo (oggi sospesa in borsa dopo essere crollata ieri del 17%) è esposta per 1,18 miliardi di euro nei confronti di altre società del Grupo Espirito Santo (poco più dei circa 900 milioni di cui parlava finora il mercato), a Piazza Affari e sugli altri principali listini europei sembra tornare il sereno. A Milano dopo un’ora di lavoro il Ftse Mib guadagna l’1,4%, il Ftse Italia All-Share oscilla a +1,33% e il Ftse Italia Star risale dello 0,77%.

FINANZIARI IN RIPRESA A MILANO – Tra le blue chip tornano a salire i finanziari a partire da Bpm, Banco Popolare, Intesa Sanpaolo e Mediolanum, tutti tra il 2% e il 3% di rialzo. Torna invece a flettere Salvatore Ferragamo, che cede circa mezzo punto rispetto alla chiusura di ieri. Qualche modesta vendita anche su World Duty Free e Telecom Italia. Tra le matricole sbarcate in queste ultime settimane sui listini continua a ben performare FinecoBank, che stamane viene indicata sui 4,11 euro al pezzo quando sono passate di mano già oltre 440 mila azioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Espirito Santo Financial Group finisce in bancarotta

Banco Espirito Santo condiziona anche Piazza Affari

Prudente rialzo per New York, che guarda al Portogallo

NEWSLETTER
Iscriviti
X