Dimon: Jp Morgan pronta a ogni scenario

A
A
A

Jamie Dimon, a cui è stato diagnosticato un cancro alla gola, dovrà sottoporsi a 8 settimane di terapia. Oltre ad un vicario pro-tempore, sono due i successori potenziali

Luca Spoldi di Luca Spoldi15 luglio 2014 | 13:29

DIMON: PRONTI PER OGNI SCENARIO – Col cancro non si scherza e anche un manager “tosto” come Jamie Dimon, Ceo di Jp Morgan Chase, ha dovuto ammettere che dovrà tenere ritmi di lavoro meno elevati per potersi concentrare nella sua lotta al cancro alla gola che prevede otto settimane di trattamenti di chemio e radioterapia.  Ma, ha fatto sapere il banchiere, Jp Morgan Chase è già preparata “per ogni scenario”.

CANDIDATI IN PECTORE – Dimon ha anche indicato in Lee Raymond, lead director della società, la persona che prenderà il suo posto nel momento in cui fossero necessarie decisioni di management e lui non fosse disponibile. Inoltre, ha aggiunto, il Cda ha già “protocolli in essere” per quanto riguarda l’eventuale procedure di ricerca di un successore. Secondo Bloomberg che cita fonti interne al gruppo se tale successione dovesse rivelarsi necessaria in tempi ravvicinati i due candidati più probabili sarebbero Gordon Smith, già a capo delle attività di banca al consumo, e Mary Erdoes, capo dell’asset management del gruppo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dimon (Jp Morgan Chase): “La Brexit potrebbe ancora essere evitata”

Le grandi banche Usa studiano alleanze per servizi di finanziamento “peer to peer”

Dimon attacca la Warren: non so se capisce il sistema bancario globale

Ti può anche interessare

InfoCamere, un 2018 in crescita

Via   libera   dall’Assemblea   degli   azionisti   di   InfoCamere   al bilanci ...

Le mani di Hong Kong sulla Borsa di Londra

La Borsa di Hong Kong lancia un’offerta di acquisto per il London Stock Exchange, la Borsa di ...

Salone del Risparmio, domani apre il n. 10

Le sfide per sostenere i criteri Esg, la compliance rispetto alle richieste di sostenibilità, inclu ...