Fiat e Yoox non bastano a Milano

A
A
A
di Luca Spoldi 17 Luglio 2014 | 16:15
Wall Street torna a frenare e a Milano scattano vendite sui bancari. In rialzo Yoox, grazie al giudizio di Jp Morgan, e Fiat, nonostante la smentita di contatti con Volkswagen

WALL STREET TORNA PRUDENTE – Wall Street perde colpi (al momento circa mezzo punto percentuale rispetto alla chiusura di ieri), complice la sensazione che alcune valutazioni siano effettivamente “tirate” e che se l’inflazione risalirà ulteriormente e la ripresa si consoliderà la Federal Reserve non potrà non ritoccare all’insù i tassi nel corso del 2015 (le incertezze riguardano semmai il timing del primo rialzo).

EUROPA IN RIBASSO, A MILANO REGGONO LE “STELLE” – Così le borse europee, già non particolarmente brillanti stamane, chiudono la giornata in deciso calo, con perdite superiore all’1% praticamente ovunque tranne che a Londra (-0,68%). Milano non si sottrae alla giornata “no” e vede il Ftse Mib cedere il 2,21%, il Ftse Italia All-Share chiudere a -2,03% mentre il Ftse Italia Star riesce a guadagnare lo 0,56%.

FIAT SMENTISCE CONTATTI CON VOLKSWAGEN – Tra le blue chip si distingue Yoox che sfiora il +4% in chiusura grazie al giudizio di “overweight” con target price di 25 euro con cui Jp Morgan ha avviato la copertura sul titolo. Molto bene anche Fiat (+1,38% nonostante la smentita delle voci di un presunti contatti con Volkswagen per studiare un’eventuale integrazione), con Buzzi Unicem che fino all’ultimo in moderato rialzo. I ribassi sono invece guidati da Telecom Italia, Bpm, Banco Popolare e Mediobanca, tra il 3,5% e il 4% di perdita ciascuna.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fiat, faro della Consob sul rally in Borsa

I cinesi puntano al gruppo Fiat. E in Borsa il titolo vola

Auto italiane, Fiat resta il marchio più richiesto sul web

NEWSLETTER
Iscriviti
X