Banco Espirito Santo cede la controllata svizzera a Cbh

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Luglio 2014 | 16:37
Banco Espirito Santo si risolleva in borsa a Lisbona, dopo la cessione, per una cifra che non è stata resa nota, di Banque Privee Espirito Santo alla svizzera Cbh

BANCO ESPIRITO SANTO CEDE BPES A CBH – Banco Espirito Santo resta sotto i riflettori col titolo che sul listino di Lisbona torna a salire con decisione (oltre 7 i punti percentuali di recupero quest’oggi) dopo la notizia della vendita della “maggior parte delle sue attività di gestione private” in Svizzera a banca CBH Compagnie Bancaire Helvétique Sa, banca privata indipendente, confermata stamane ad una nota congiunta.

CONTROVALORE INGNOTO – Il controvalore al quale è stata ceduta Banque Privee Espirito Santo (che a fine 2013 poteva vantare su circa 5,6 miliardi di franchi svizzeri, ossia 6,2 miliardi di dollari, di patrimonio sotto gestione) non è stato reso noto. Era stata proprio Banque Privee Espirito Santo (Bpes) lo scorso 8 luglio a segnalare un ritardo nei pagamenti degli interessi su alcuni degli ultimi bond a breve scadenza emessi da Espirito Santo International, ritardo, era stato subito precisato, che aveva colpito “solo pochi clienti” di Bpes.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Espirito Santo Financial Group finisce in bancarotta

Banco Espirito Santo condiziona anche Piazza Affari

Prudente rialzo per New York, che guarda al Portogallo

NEWSLETTER
Iscriviti
X