Wall Street cauta nonostante buone trimestrali

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 23 Luglio 2014 | 14:03
Le trimestrali da Microsoft e Apple non bastano a far salire ulteriormente gli indici di Wall Street che restano sui livelli di ieri. Stabili anche bond e oro, in calo il petrolio

TRIMESTRALI POSITIVE MA INDICI PRUDENTI – Le buone trimestrali di Microsoft ed Apple rincuorano Wall Street, che già ieri era apparsa rassicurata dal fatto che l’inflazione sembra stare decelerando non rendendo necessario un anticipazione dei tempi del rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve. Dopo i primi scambi a New York il Dow Jones cede tuttavia lo 0,20% per lo scattare di qualche presa di profitto, mentre sono di poco positivi l’S&P500 (+0,02%) e il Nasdaq (+0,18%).

ANCHE I BOND SONO FERMI – Tra le blue chip si mettono in luce Ibm, Biogen e Broadcom, mentre frenano Xilinx, Juniper Network, Whirpool, Electronic Arts e Boeing. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del titolo decennale guida rimanere sul 2,46% e quello del trentennale sul 3,25%. L’oro oscilla sui 1308 dollari l’oncia (sui livelli di ieri), l’argento è indicato a 20,97 dollari (3 centesimi di perdita) e il petrolio cala sui 102,69 dollari al barile (1,77 dollari meno dell’ultimo fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, i nuovi bond governativi e corporate sotto la lente

Mercati, il Btp allunga ancora la scadenza

Il Btp a 50 anni: richieste per 130 miliardi

NEWSLETTER
Iscriviti
X