Banca Intermobiliare non reagisce in borsa alla cessione di Bim Suisse

A
A
A
di Luca Spoldi 1 Agosto 2017 | 13:18

BIM SUISSE VA A BANCA ZARATTINI – L’accordo con Banca Zarattini per la cessione del 100% della controllata Bim Suisse non scuote il titolo Banca Intermobiliare (Bim) che a Piazza Affari a metà seduta cede lo 0,78% scivolando a 1,269 euro per azione, ossia un centesimo meno della chiusura di ieri.

OPERAZIONE DA 35,3 MILIONI DI EURO – Il controvalore della transazione è stato stabilito provvisoriamente  pari a 40,4 milioni di franchi (circa 35,3 milioni di euro), ma sarà soggetto ad un aggiustamento in base al risultato economico e all’andamento delle masse della società tra il 30 giugno e la data del closing.

RESTANO DA DEFINIRE ALCUNI DETTAGLI – L’operazione è infatti subordinata all’approvazione dell’autorità di vigilanza svizzera, oltre che alla definizione di una posizione creditizia, relativa ad uno specifico cliente non ancora indicato e al completamento dell’acquisto da parte di Bim della società immobiliare Patio Lugano, ad oggi detenuta da Bim Suisse. L’operazione avrà un effetto positivo di 47 basis point sul Cet1 di Bim e darà il via ad una partnership commerciale tra i due gruppi perampliare i servizi offerti alla clientela.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bim, due ingressi di peso

Fineco, top entry da Banca Intermobiliare

Bim, Profilo, Consulia e Banor: si infiamma il risiko nel private banking

NEWSLETTER
Iscriviti
X