New York si mette alla finestra dopo i dati

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Settembre 2014 | 14:35
Calma piatta a New York, dove tanto gli indici azionari quanto bond, oro e petrolio restano vicini ai livelli della vigilia dopo dati macro meno forti del previsto.

WALL STREET PENSA GIA’ AL WEEKEND – Wall Street si prende una pausa mentre gli investitori cercano di capire se gli ultimi dati del mercato del lavoro di agosto (meno forti del previsto, tanto che il dollaro si indebolisce leggermente dopo il rialzo di ieri) potranno o meno avere un impatto sull’evoluzione della politica monetaria della Federal Reserve. Al momento il Dow Jones cede lo 0,24%, l’S&P500 resta a -0,04%, il Nasdaq è a sua volta stabile (+0,04%) e le small cap del Russell 2000 oscillano a -0,14%.

BOND, ORO E PETROLIO STABILI
– Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale oscillare sul 2,42%, mentre quello del trentennale è indicato sul 3,19%. L’oro resta a 1.266 dollari l’oncia (mezzo dollaro sotto la chiusura di ieri), l’argento a 19,11 dollari (3 centesimi di perdita) e il petrolio a 94,38 dollari al barile (7 centesimi appena meno dei livelli della vigilia), senza risentire per ora dei dati macro e dei movimenti dei cambi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: la view di Credit Suisse

Mercati, bond condizionati dall’inflazione. Le nuove emissioni sotto la lente

Asset allocation, ecco cosa guiderà quest’anno i bond sostenibili

NEWSLETTER
Iscriviti
X