Royal Bank of Scotland vuol far cassa negli Usa

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 8 Settembre 2014 | 17:40
Rbs pronta a incassare 3,5 miliardi di dollari collocando il 25% della controllata americana Citizens Financial. La banca deve ripagare 45,5 miliardi di sterline di aiuti

RBS PRONTA A QUOTARE CITIZENSRoyal Bank of Scotland Group Plc si prepara a fare cassa negli Usa con la quotazione in borsa della controllata Citizens Financial Group (specializzata nel credito al consumo) per la quale starebbe cercando di ottenere una valutazione attorno ai 14 miliardi di dollari secondo quanto si evince da un filing model inviato alle autorità di mercato che segnala come l’offerta riguardi 140 milioni di azioni (circa il 25% del capitale) ad un prezzo tra i 23 e i 25 dollari l’uno.

SI SPERA IN UN INCASSO DI 3,5 MILIARDI
– Ai collocatori è riservata un’opzione su ulteriori 21 milioni di titoli. Se ottenesse un prezzo in linea col limite superiore della forchetta indicativa Rbs porterebbe a casa circa 3,5 miliardi di dollari. La decisione di collocare una quota i minoranza di Citizens Financial è legata alla pressione da parte del Tesoro inglese, tuttora socio di maggioranza all’80% dell’istituto britannico salvato dalla crisi del 2008-2009 grazie ad aiuti pubblici per complessivi 45,5 miliardi di sterline (circa 73,5 miliardi di dollari).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

L’Ipo di Citizens Financial raccoglie 3 miliardi di dollari

NEWSLETTER
Iscriviti
X