Non conviene esere un grande banchiere in Cina

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Settembre 2014 | 15:29
Il presidentre di Icbc ha guadagnato lo scorso anno solo il 2% di quanto portato a casa dal numero uno di Jp Morgan Chase e per quest’anno si vedrà tagliare i compensi

I BANCHIERI CINESI GUADAGNANO UNA FRAZIONE DEI COLLEGHI USA – Che il costo del lavoro in Cina sia molto inferiore ai livelli occidentali è cosa nota, meno nota la distanza che separa anche i professionisti meglio pagati rispetto ai loro omologhi ad esempio negli Usa. Lo chiarisce l’agenzia Bloomberg sottolineando come Jiang Jianqing, presidente di Industrial & Commercial Bank of China (Icbc) abbia guadagnato meno del 2% di quanto ha portato a casa lo scorso anno Jamie Dimon.

NUOVI TAGLI SALARIALI IN VISTA, ALTRO CHE BONUS – Non solo: pur avendo la banca cinese registrato un profitto doppio rispetto a quello segnato da Jp Morgan Chase a Jing, nota Bloomberg, anziché un bonus toccherà quest’anno una decurtazione di stipendio, in risposta alla campagna lanciata dal presidente cinese Xi Jinping di lotta ai salari “irragionevolmente elevati” dei manager delle società a controllo pubblico.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti