La copertura sanitaria? In Svizzera si sceglie democraticamente

A
A
A
Avatar di Redazione 15 Settembre 2014 | 08:36
Il 28 settembre i cittadini svizzeri voteranno su un’iniziativa popolare per passare dall’attuale sistema di assistenza sanitaria, obbligatorio ma basato sulla libertà di scelta tra 61 casse malati, a un sistema unico pubblico.

UN NUOVO SISTEMA DI ASSISTENZA SANITARIA – Il 28 settembre i cittadini svizzeri saranno chiamati a votare su un’iniziativa popolare per passare dall’attuale sistema di assistenza sanitaria, obbligatorio ma basato sulla libertà di scelta tra 61 casse malati, a un sistema unico pubblico che eserciterebbe l’assicurazione per tutti gli abitanti (come accade in Italia). I sostenitori della proposta dicono che l’attuale sistema è costoso e burocratico, difetta di trasparenza, è gravato da oneri inutili dal punto di vista dei malati (spese di marketing, e così via) e tende a respingere i malati cronici e anziani. I difensori rispondono che l’attuale concorrenza garantisce il controllo dei costi, consente ai cittadini di scegliere coperture personalizzate, e che la transizione a una sola cassa comporterebbe incertezze e costi non quantificabili, mentre nel complesso non ridurebbe l’onere complessivo della sanità.

Per leggere l’articolo completo di Marco Liera, cliccare qui

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, YouInvest scommette sui robo-advisor

La coppia di 80enni investe bene ma è preoccupata da banca e bond internazionali

L’ex primario può rischiare come Buffett

NEWSLETTER
Iscriviti
X