Mastercard, sarà difficile ripetere il 2013

A
A
A
di Luca Spoldi 15 Settembre 2014 | 17:29
Dopo il +70% segnato nel 2013 Mastercard, anche oggi in calo a Wall Street, cede il 9% da inizio anno. Tra le cause anche una sentenza avversa della Corte di giustizia Ue

MASTERCARD PERDE QUOTA – MasterCard non riesce a scuotersi e anche oggi avvia la seduta a Wall Street cedendo terreno dopo aver già perso poco meno di 2 punti percentuali la scorsa settimana. Un calo che porta la perdita da inizio anno attorno al 9%, contro un incremento del 7,5% segnato nello stesso periodo dall’indice S&P500, anche se molti analisti ricordano come si tratti di un periodo di storno che segue un anno particolarmente spumeggiante, il 2013, chiusosi con un rialzo delle quotazioni del 70%.

IN EUROPA SI PROFILA UN CALO DELLE COMMISSIONI – A deprimere il titolo del gestore statunitense di carte di credito è anche la notizia che la Corte di giustizia della Ue ha deciso che le commissioni fissate da MasterCard avevano ingiustamente ristretto la concorrenza, dopo che la società non è riuscita a dimostrare benefici che giustificassero il suo sistema. La sentenza rischia di portare a una raffica di azioni legali contro le commissioni sulle carte di credito in tutta Europa, proprio mentre legislatori e governi della Ue stanno pesando all’introduzione di alcuni limiti alle commissioni applicabili per il credito al consumo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti