Milano corre in scia a World Duty Free e le banche

A
A
A
di Luca Spoldi 17 Settembre 2014 | 16:05
Milano accelera sul finale, in scia ai titoli bancari che salgono dopo il dato inferiore alle attese dell’inflazione Usa. Brillante anche World Duty Free, male i titoli del lusso

FRENA L’INFLAZIONE USA, MILANO RINGRAZIA – L’inflazione rallenta negli Usa (-0,2% in agosto, mentre la crescita dei prezzi su base annua è ora pari all’1,7%) e i mercati tornano a scommettere che la Federal Reserve non muterà “guidance” stasera sui tassi. Non fa eccezione Milano, prudente in mattinata, che chiude con l’indice Ftse Mib a +1,55%, il Ftse Italia All-Share in rialzo dell’1,50% e il Ftse Italia Star a +0,73%.

WORLD DUTY FREE CAMPIONE DI GIORNATA – Tra le blue chip tricolori rallenta sul finale ma sale del 4,75% World Duty Free nella giornata in cui l’amministratore delegato Josè Maria Palencia Saucedo ha annunciato le dimissioni. Sopra il 3% di guadagno anche Ubi Banca, Cnh Industrial, Azimut e Banco Popolare, con un rinnovato interesse per il settore bancario legato anche al prossimo annuncio (domani) dell’esito della prima delle due Tltro della Bce in calendario entro fine anno. In ribasso i titoli del lusso, con Tod’s, Moncler e Ferragamo che perdono tra lo 0,7% e lo 0,8% a testa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Intesa-Ubi, volemose tanto bene

Fideuram assorbe IwBank

Intesa-Ubi, c’è l’accordo per il grande esodo dei cinquemila a Bper

NEWSLETTER
Iscriviti
X