Azimut rimbalza, Hsbc arranca ancora

A
A
A
di Luca Spoldi 18 Settembre 2014 | 12:05
Azimut guida il rimbalzo dei componenti del Blueindex, ieri in deciso spolvero dopo un paio di sedute sofferte. Unico titolo a rimanere in rosso è Hsbc, nonostante il giudizio di Ubs

AZIMUT RIMBALZA CON DECISIONE – Rimbalzo deciso, dopo un paio di giorni di storno, per il titolo Azimut che con un guadagno del 3,63% segnato ieri sera si riporta in testa al Blueindex superando Raiffeisen International (+3,38%), Bpm (+2,77%) e Mediobanca (+2,71%). A favorire il recupero dei finanziari sui principali mercati azionari occidentali sono stati i numeri, inferiori alle attese, dell’inflazione negli Usa (e la lieve revisione al rialzo di quelli in Eurozona), cosa che ha fatto calare i timori di un mutamento di “guidance” sui tassi da parte della Federal Reserve che poi in serata ha effettivamente confermato la sua visione ed anzi ulteriormente rassicurato sui tempi lunghi che saranno necessari per tornare a una politica monetaria “normalizzata”.

HSBC UNICA A CHIUDERE IN ROSSO – Così a fine giornata 39 dei 40 titoli del Blueindex hanno chiuso in territorio positivo, con solo Hsbc Holdings in frazionale calo nonostante il titolo della banca britannica sia stato inserito da Ubs nella lista dei “most preferred” al posto di Standard Chartered. Una decisione motivata dagli esperti svizzeri col fatto che il profilo di rischio/rendimento del titolo Hsbc rispetto al comparto starebbe diventando nuovamente favorevole e che l’istituto appare vicino a un punto di svolta sul fronte dei livelli di capitale e dei ricavi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut sopra la vetta dei 17 miliardi

Azimut, il wealth manager si racconta

Azimut LB, una nuova visione per il portafoglio

NEWSLETTER
Iscriviti
X