Borse prudenti, si riaccende l’interesse per i titoli del petrolio

A
A
A
di Luca Spoldi 29 Settembre 2014 | 09:18
Indici poco sotto i livelli di venerdì sulle piazze azionarie europee. Tra i singoli titoli rimbalzano i petroliferi come Eni e Total, cedono i big dell’energia e alcuni finanziari

LE BORSE ATTENDONO I DATI USA – Borse europee prudenti a metà mattinata, in attesa dei dati sulle spese per consumi e sul reddito personale, oltre che delle vendite di case esistenti ancora da concludere (“pending home sales”) negli Stati Uniti. Londra al momento oscilla a -0,26%, Parigi segna -0,28%, Francoforte è sui livelli di venerdì sera (-0,09%), mentre Milano e Madrid perdono lo 0,54% entrambe.

PETROLIFERI ALLA RISCOSSA – Dal canto suo l’Eurostoxx50 è in calo dello 0,22%, ma i titoli petroliferi europei come Eni e Total riescono a mantenersi sui valori di venerdì anche grazie all’annuncio giunto da Mosca che Rosneft trivellerà la regione del Mare di Kara, nell’oceano artico, assieme a Exxon Mobil, in quella che pare una apertura “politica” alle compagnie occidentali per spiazzare la Ue e gli Usa e le relative sanzioni economiche. All’opposto perdono decisamente quota Rwe, Intesa Sanpaolo, Enel e Inditex, tutte tra uno e due punti di perdita circa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, le previsioni sul prossimo meeting Opec

Ftse Mib, quota 24.000 non è una chimera. Cinque big cap sotto la lente

Eni allunga il passo in scia al petrolio. I prossimi obiettivi tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X