A New York petrolio in crisi, per il resto son sbadigli

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Ottobre 2014 | 14:56
In attesa che i numeri di Alcoa aprano la nuova stagione delle trimestrali gli investitori restano prudenti a Wall Street, dove i bond salgono mentre il petrolio segna nuovi ribassi.

HOME DEPOT IN LUCE – Inizio di seduta in prudente progresso per Wall Street, dove gli investitori sembrano attendere più la trimestrale di Alcoa che darà il via alla nuova stagione delle trimestrali che non ulteriori notizie degli scontri in atto in Medio Oriente tra Curdi e miliziani dell’Isis. Il Dow Jones allo scoccare della prima ora di lavoro segna +0,12%, l’S&P500 rimane a +0,07%, il Nasdaq oscilla a +0,10% e le small cap del Russell 2000 cedono lo 0,16%. Tra le blue chip si mette in luce Home Depot mentre perdono quota Du Pont e Cisco.

PETROLIO IN RITIRATA – Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale calare sul 2,34% e quello sul trentennale sul 3,06%, mentre l’oro rimane stabile a dollari 1212,80 l’oncia (pochi centesimi più di ieri), l’argento oscilla a 17,19 dollari (5 centesimi di perdita) e il petrolio cade a 87,19 dollari al barile, 1,66 dollari sotto la chiusura precedente, segnando i nuovi minimi dell’ultimo anno e mezzo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: le opportunità della duration lunga sui bond

Mercati, bond: le nuove emissioni governative e corporate sotto la lente

Mercati: Pil Usa oggi sotto i riflettori

NEWSLETTER
Iscriviti
X