Banca Carige: trimestrale con luci ed ombre, il titolo perde quota in borsa

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 4 Agosto 2017 | 13:02

TRIMESTRE CON LUCI ED OMBRE – Un secondo trimestre con luci e ombre quello di Banca Carige, alle prese con il piano di rilancio che prevede un rafforzamento patrimoniale da 700 milioni, di cui 500 milioni tramite aumento di capitale e 200 milioni da reperire attraverso la cessione di alcuni asset non strategici, il cui processo  già stato avviato. Nel frattempo la dismissione dei primi 938,6 milioni di Npl (un’ulteriore cessione per circa 1,2 miliardi è prevista entro fine anno) ha determinato una minusvalenza di 66 milioni, che ha contribuito ad una perdita trimestrale di 113,8 milioni, peraltro in calo del 21,3% su base annua.

MARGINE DI INTERMEDIAZIONE IN CALO – A pesare è anche un calo del 22,6% del margine di intermediazione, passato dai 179,7 milioni del secondo trimestre 2016 a 139 milioni, in particolare a causa della netta frenata dei ricavi da trading (3,2 milioni, -89,3%), anche se queste ultime hanno registrato una crescita di quelle di gestione legata al buon andamento del risparmio gestito, e della ulteriore contrazione del margine d’interesse (68,1 milioni, 11,3%) e delle commissioni nette (60,9 milioni, -6,5%).

SALGONO I COSTI, FRENANO LE RETTIFICHE – In compenso i costi operativi sono in crescita del 19,4% a 139,6 milioni (erano stati 116,9 milioni un anno prima), anche a causa di oneri di sistema per 4,8 milioni (nulli nel secondo trimestre 2016), mentre frenano le rettifiche su crediti: 142,6 milioni contro 222 milioni (-35,8%), comprensivi della citata minusvalenza legata alla dismissione di Npl. Al netto della citata minusvalenza, della svalutazione del fondo Atlante e degli accantonamenti, la perdita netta si sarebbe ulteriormente ridotta a 48,1 milioni. Bene anche il Cet1, che si attesta al 10,4%, ben oltre la soglia minima Srep del 9% fissata dalla Bce. Nel complesso il risultato trimestrale appare comunque inferiore alle attese degli analisti, tanto che a Piazza Affari il titolo cede il 4,4% scivolando a 23,87 centesimi di euro per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza e private banking, la svolta di Banca Carige (e Cesare Ponti)

Carige, il destino nei piccoli azionisti

Carige come la bella di Torriglia: spunta uno spasimante californiano

NEWSLETTER
Iscriviti
X