Goldman Sachs batte le attese, ma non brilla a Wall Street

A
A
A
di Luca Spoldi 16 Ottobre 2014 | 18:09
Gli utili del terzo trimestre di Goldman Sachs battono ampiamente le attese del mercato, ma sembrano legati più al contenimento dei costi che all’andamento delle attività di trading.

GOLDMAN SACHS NON BRILLAGoldman Sachs perde quota a Wall Street dove nella prima parte della giornata il titolo della banca d’affari cede l’1,72% tornando a 174,19 dollari per azione. Eppure prima dell’apertura della seduta la trimestrale della banca aveva mostrato un utile netto record, pari a 2,24 miliardi di dollari, ossia 4,57 dollari per azione di profitto, il 48% in più di un anno fa e ben oltre i 3,21 dollari attesi in media dagli analisti americani.

UTILI SALGONO GRAZIE A CONTENIMENTO COSTI – In parte tuttavia il risultato è dovuto alla decisione di non incrementare (come fatto solitamente) le retribuzioni della stessa percentuale in ciascuno dei primi tre trimestri per poi procedere ad un saldo nell’ultimo trimestre, nell’ambito del contenimento dei costi portato avanti dal ceo Lloyd Blankfein per cercare di mantenere rendimento del capitale oltre il 10%, in attesa che vi siano le condizioni perché l’attività di trading torni a migliorare in termini di margini e profitti. Il giro d’affari è invece salito del 25% a 8,39 miliardi di dollari nel trimestre anche in questo caso superando le attese.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti