Gruppo Unipol sottotono, nuove voci su governance

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Ottobre 2014 | 15:11
Gruppo Unipol sotto i riflettori: secondo le ultime indiscrezioni la governance potrebbe essere rivista entro fine anno, mentre si studia la cessione del business delle cliniche.

MATTINATA  NO PER IL GRUPPO UNIPOLUnipol e UnipolSai in calo rispettivamente dell’1,27% e del 2,90% a Piazza Affari a metà giornata, dopo le ultime indiscrezioni circa un prossimo riassetto della governance che potrebbe portare Carlo Cimbri, amministratore delegato di entrambe le aziende, a conservare la poltrona nella holding Unipol optando invece per la presidenza di UnipolSai. In questo caso l’attuale presidente di UnipolSai, Fabio Cerchiai, lascerebbe l’azienda, ipotesi che molti analisti giudicano verosimile anche se restano da definire i tempi del giro di poltrone (ed il sostituto di Cimbri quale amministratore delegato di UnipolSai, ruolo per il quale si ipotizza una nomina interna).

REVISIONE GOVERNANCE ENTRO FINE ANNO
– La ridefinizione della governance potrebbe comunque avvenire entro fine anno, mentre eventuali accorciamenti della catena di controllo sembrano destinati ad avere tempi più lunghi, così come la cessione del business delle cliniche, per la quale sarebbe peraltro allo studio una partnership con la Regione Toscana, operazione propedeutica all’uscita di tali asset “non core” dal perimetro del consolidato. Nel complesso il giudizio degli analisti non cambia e sul titolo si notano prese di profitto che appaiono più frutto del trend ribassista del comparto assicurativo europeo stamane che non la reazione alle notizie riferite dalla stampa italiana.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X