I gestori Usa tagliano le posizioni sul petrolio

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Ottobre 2014 | 15:02
Petrolio ancora in calo, mentre i gestori dei grandi fondi hedge statunitensi riducono sempre più l’esposizione netta sul Wti e aumentano le posizioni “corte” sull’oro nero

PETROLIO, I GESTORI TAGLIANO L’ESPOSIZIONE – Il calo delle quotazioni del petrolio (che anche oggi cala a 81,77 dollari al barile, circa un altro dollaro meno di venerdì sera) sta portando i fondi hedge americani a ridurre le posizioni rialziste sull’oro nero. Secondo i dati della Us Commodity Futures Trading Commission nella settimana terminata il 14 ottobre i gestori hanno tagliato l’esposizione netta sul Wti dell’8,1% rispetto a sette giorni prima, il calo più marcato delle ultime sei settimane, a testimonianza dei crescenti dubbi in merito alla volontà dei produttori di ridurre l’eccesso di produzione per far risalire i prezzi.  In parallelo le posizioni “corte” (ossia al ribasso) sono salite ai massimi degli ultimi 22 mesi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Brexit: accordo tra Ue e Gran Bretagna può far rimbalzare la sterlina

Creval in rialzo a Piazza Affari, assemblea per rinnovo Cda si avvicina

Risparmio gestito: fondi hedge italiani non sono così speculativi

NEWSLETTER
Iscriviti
X