Procter & Gamble pronta a scorporare le Duracell

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Ottobre 2014 | 13:43
Il gruppo americano cui fanno capo oltre un centinaio di marchi di beni di consumo continua a concentrarsi sulle attività a più elevata redditività e crescita potenziale

LAFLEY VUOL SCORPORARE LE DURACELL  – Le pile Duracell potrebbero presto essere scorporate dal business di Procter & Gamble (impegnata in questo periodo a rifocalizzarsi sulle attività “core” con maggiori margini reddituali) per confluire in una newco quotanda. Lo ha confermato oggi Alan Lafley, Ceo del gruppo americano, la cui trimestrale ha centrato le attese del mercato. Lafley non ha escluso che il colosso americano dei beni di consumo possa offrire agli azionisti di concambiare le proprie azioni in cambio di titoli della nuova società.

LE VENDITE DI GILLETTE NON DECOLLANO – I proventi derivanti dalla cessione delle attività di cibo per animali (i marchi Eukanuba, Natura e Iams erano ceduti a Mars la scorsa primavera per 2,9 miliardi di dollari), di scorporo delle Duracell e di alienazione o scorporo di un altro centinaio di marchi a bassa crescita delle vendite verranno utilizzati, ha concluso il manager, per rafforzare i business ritenuti più profittevoli e con le maggiori possibilità di crescita, come Gillette, dove peraltro gli ultimi prodotti lanciati non sembrano aver ancora avuto un impatto significativo in termini di incrementi delle vendite, nonostante una politica di prezzo piuttosto aggressiva adottata dal gruppo americano.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La globalizzazione è inarrestabile, nonostante tutto. I titoli per approfittarne

Quali titoli del Dow sono rimasti al palo e che possono recuperare terreno?

Gli 8 titoli più amati dagli hedge fund

NEWSLETTER
Iscriviti
X