Janus e Allianz possono festeggiare

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 10 Novembre 2014 | 11:47
Tra trimestrali in arrivo e risistemazioni di portafoglio per tener conto di un incremento del peso per il rischio, la volatilità sul comparto finanziario resta elevata

BRINDANO JANUS E ALLIANZ – Venerdì scorso è stata ancora una seduta contraddistinta da un’elevata volatilità, tanto che se i due migliori componenti del Blueindex, Janus Capital Group e Allianz, hanno chiuso in rialzo rispettivamente del 3,66% e del 3,59%, i due peggiori, Azimut e Unicredit, hanno perso quasi altrettanto (-3,33% e -3,34% rispettivamente).

LE TRIMESTRALI MANTENGONO ALTA LA VOLATILITA’ – Alla base dei differenti andamenti un mix determinato in parte dalle trimestrali (che per Allianz si è rivelata migliore delle attese con un utile netto di 1,61 miliardi nel terzo trimestre dell’anno e un incremento del pay-out annunciato dal 40% al 50% degli utili), in parte dalle ricalibrazioni dei portafogli dei grandi fondi a loro volta legate ad una crescita del premio per il rischio che penalizza emittenti di paesi “periferici” europei, come nel caso di Unicredit.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Procapite, i campioni di marzo

Reti, Fineco sale in cattedra con gli afflussi

Consulenti, la Super League delle reti è già realtà

NEWSLETTER
Iscriviti
X