Dopo l’euro Ackermann salverà Cipro?

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Novembre 2014 | 12:17
Josef Ackermann da capo di Deutsche Bank ha usato la sua influenza per trovare l’accordo sul “bail in” cipriota che ha salvato l’euro. Ora potrebbe provare a salvare Bank of Cyprus

ACKERMANN SBARCA A CIPRO – Quando era a capo di Deutsche Bank, Josef Ackermann ha usato la sua influenza per evitare il fallimento del negoziato che portando al “bail in” di Cipro ha per molti salvato l’euro. Ora, segnala l’agenzia Bloomberg, potrebbe provare a salvare una delle vittime di quella che fu tra le più importanti ristrutturazioni debitorie della storia moderna.

PER BANK OF CYPRUS RINASCITA IN VISTA? – Il banchiere, uscito da Deutsche Bank nel 2012, è stato infatti candidato a diventare presidente di Bank of Cyprus Pcl, i cui depositi erano stati congelati lo scorso anno nell’ambito del “bail in” internazionale da 10 miliardi di euro (12,4 miliardi dollari), dopo che la Germania si era opposta a salvare tramite un “bail out” i depositi dei ricchi russi che avevano capitali nelle banche cipriote. A sostenere la nomina di Ackermann, nota Bloomberg, sono proprio un investitore miliardario russo come e Viktor Vekselberg (il second uomo più ricco della Russia) e Wilbur Ross, investitore miliardario americano che ha già investito in Bank of Ireland e vede ora l’opportunità di scommettere sulla rinascita del sistema finanziario cipriota.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bank of Cyprus cede attività in Gran Bretagna a Cynergy Capital

NEWSLETTER
Iscriviti
X