Unicredit pesa sugli indici di Piazza Affari

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Novembre 2014 | 17:09
Il rialzo mattutino svanisce dopo la pubblicazione di una trimestrale giudicata deludente da parte del gruppo Unicredit. Deboli anche Yoox e Ubi Banca, in luce Fca, Tod’s e Ferragamo

UNICREDIT ROVINA LA FESTA – Piazza Affari spreca tutto nel pomeriggio, con gli indici che azzerano il rialzo iniziale e passano in rosso dopo una trimestrale inferiore alle previsioni da parte di Unicredit che fa scattare prese di profitto sui finanziari coinvolgendo anche Intesa Sanpaolo, i cui numeri pure sono apparsi leggermente superiori alle previsioni di consenso. A fine seduta il Ftse Mib resta a -0,02%, al pari del Ftse Italia All-Share, mentre il Ftse Italia Star cede lo 0,18%.

FCA PIACE A GOLDMAN SACHS – Tra le blue chip Fiat Chrysler Automobiles, inserita da Goldman Sachs nella lista dei titoli da acquistare “con convinzione” (con un prezzo obiettivo di  13,3 euro/16,9 dollari) sfiora il 3% di rialzo, mentre Tod’s ed Exor chiudono sopra i 2 punti di guadagno e Salvatore Ferragamo si ferma a +1,99%. In rosso oltre a Unicredit (-3,3%) anche Yoox, Ubi Banca e Bper per poco più di un punto a testa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fca incerta a Piazza Affari, novità per impianti italiani

Dieselgate: Berlino prova a lasciarsi alle spalle lo scandalo

Fiat Chrysler Automobiles: 5 miliardi per Magneti Marelli sono pochi

NEWSLETTER
Iscriviti
X