Virgin Money pronta per il debutto nella City

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Novembre 2014 | 10:29
Virgin Money Holding potrebbe optare per un prezzo al minimo del range indicativo in vista del debutto di domani sul listino della City. La volatilità del mercato non aiuta

VIRGIN MONEY COLLOCATA SUI MINIMI DEL RANGE – Il momento non è forse stato dei più fortunati, visti gli alti e bassi attraversati in queste settimane dai titoli del comparto finanziario. Sarà anche per questo che Virgin Money Holdings, la banca controllata dal miliardario inglese fondatore di Virgin Records, Richard Branson, sarebbe intenzionata a collocare i propri titoli al minimo del range indicativo di 283-333 pence per azione, secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg citando “una persona a conoscenza della materia”.

1,25 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE AL DEBUTTO – Se effettivamente il debutto di Virgin Money Holdings avverrà a 283 pence per azione l’Ipo, che si chiuderà oggi (mentre domani sarà il primo giorno di quotazione della matricola sul listino della City), dovrebbe consentire all’istituto di raggiungere una capitalizzazione di 1,25 miliardi di sterline. L’operazione era sembrata in forse fino a poche settimane fa, ma ulteriori indicazioni fornite dalla Bank of England in merito ai requisiti patrimoniali minimi per le banche britanniche hanno indotto l’istituto (che a fine giugno aveva già parametri superiori a quelli richiesti alle banche sistemiche di Sua Maestà) a riprendere lo sbarco sul listino.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X