Dubai World mette ordine nel gruppo

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Novembre 2014 | 11:49
A 5 anni dal quasi default da 26 miliardi di dollari Dubai World fa ordine tra le controllate, avvicina la cassa alla capogruppo e riduce i costi. Rimborsi più probabili

DUBAI WORLD FA ORDINE TRA LE CONTROLLATE – DP World, holding di Dubai che gestisce porti in tutto il mondo, dalla Cina al Peru, ha raggiunto un accordo per rilevare Economic Zones World FZE, società che gestisce il parco industriale di Jebel Ali (adiacente all’omonimo porto già gestito da DP World), per 2,6 miliardi di dollari. Secondo quanto sottolinea anche l’agenzia Bloombge, l’accordo potrebbe consentire a Dubai World di ripagare i propri creditori a cinque anni dal quasi default da 26 miliardi di dollari evitato nel 2009 solo grazie ad un’intesa raggiunta, due anni dopo, con circa 80 dei maggiori creditori del gruppo finanziario.

DEBITO PIU’ SOSTENIBILE – Sia DP World sia Economic Zones World FZE sono società controllate da Ports & Free Zone World FZE che fa a sua volta capo a Dubai World, che nel settembre del prossimo anno dovrà rimborsare 4,4 miliardi di dollari di debito e nel settembre 2018 oltre 10 miliardi di ulteriori debiti. L’operazione consentirà a Dubai World di avvicinare la cassa delle società operative alla capogruppo, eliminando inoltre la doppia quotazione di Dp World (che lascerà il listino di Londra per rimanere solo a Dubai), riducendo così i costi e rendendo così più probabile il rispetto del piano di rimborso dei propri debiti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati – Non garantito il debito di Dubai World

NEWSLETTER
Iscriviti
X