Cina: troppe Ipo drenano liquidità, interviene la Banca del Popolo Cinese

A
A
A
di Luca Spoldi 21 Novembre 2014 | 09:28
La prossima settimanan saranno undici le società a lanciare un’Ipo in Cina, drenando quasi mille miliardi di yuan. Per ovviare alla carenza di liquidità interviene la banca centrale

TROPPE IPO IN CINA, BPOC INIETTA LIQUIDITA’ – La Banca del Popolo Cinese (Pboc),  ossia la banca centrale della Cina, ha annunciato di aver iniettato oggi liquidità nel sistema bancario per ovviare ad una carenza di liquidità dovuta al collocamento di nuove azioni che ha fatto salire il tasso di riferimento del mercato monetario ai massimi dal mese di luglio. Pboc ha fornito fondi a breve termine, secondo quanto riferisce l’agenzia Bloomberg che cita “due persone a conoscenza diretta della materia”, per una cifra che altre fonti quantificano in 50 miliardi di yuan (circa 8,2 miliardi dollari). Sono undici le Ipo cinesi previste per la prossima settimana che secondo gli analisti di Australia & New Zealand Banking Group dovrebbero drenare fondi per circa mille miliardi di yuan.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Warning di Standard Ethics sul settore creditizio dei Paesi Ocse

Asset allocation: ecco perchè il credito europeo sarà premiante

Fondi, credito strutturato: ecco come si muove P&G Sgr

NEWSLETTER
Iscriviti
X