Fca e Cnh Industrial fanno correre Piazza Affari

A
A
A
di Luca Spoldi 2 Dicembre 2014 | 16:47
Saipem lascia sul terreno oltre il 10% dopo lo stop al progetto South Stream. Ma gli indici di Milano riescono a salire, grazie ai titoli del gruppo Fiat. In affanno i nomi del lusso

PIAZZA AFFARI IN MODESTO RIALZO – Lo stop al progetto South Stream fa crollare le quotazioni di Saipem (-10,84% a 10,03 euro a fine giornata), che vede sfumare una commessa da 2,4 miliardi di dollari, ma non sembra impensierire Piazza Affari dove a fine giornata il Ftse Mib recupera lo 0,48%, il Ftse Italia All-Share chiude a +0,45% e il Ftse Italia Star termina la giornata a +0,15%.

SAIPEM CROLLA, LUSSO SOTTO PRESSIONE – Tra le blue chip corrono Cnh Industrial e Fiat Chrysler Automobiles dopo gli ottimi dati di immatricolazione di Chrysler negli Usa (+20% annuo a novembre). Bene anche Bper e Prysmian, tutti oltre il 2,5% di guadagno a fine giornata. Oltre a Saipem perdono invece Salvatore Ferragamo (-4,42% a causa, risentendo del crollo del rublo, della debolezza del petrolio e dei nuovi scontri a Hong Kong), World Duty Free e Tod’s.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti