Wibida fa felice Mps, il petrolio pesa su Piazza Affari

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Dicembre 2014 | 08:57
Milano di nuovo in deciso calo stamane, complice ulteriori prese di profitto su petroliferi, ciclici e finanziari. Tra i pochi si mette in evidenza Mps, grazie a Wibida

MILANO ANCORA GIU’ – Il calo del prezzo del petrolio prosegue e se la notizia può far piacere agli automobilisti, ne fa molto meno agli investitori di Piazza Affari, dove gli indici continuano a perdere terreno in scia al nuovo tonfo di titoli bancari e petroliferi, ma anche del lusso. Dopo i primi tre quarti d’ora di scambi l’indice Ftse Mib cede così l’1,87%, mentre il Ftse Italia All-Share perde l’1,78% e il Ftse Italia Star è in calo dell’1,02%.

BRILLA SOLO MPS – Tra le blue chip tricolori rimbalza con decisione Mps (+4,55% sui 62,1 centesimi per azione), grazie alla notizia del prossimo conferimento della rete di promotori a Wibida, banca diretta del gruppo che a 55 giorni dal lancio ufficiale ha già raccolto l’adesione di circa 12 mila clienti. In deciso calo sono invece Bper, Yoox, Eni, Moncler e Mediolanum, tutti attorno o poco sotto i 3 punti di perdita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Unicredit, con Mps a caccia di IntesaSanPaolo

Mps, un’alternativa c’è: si chiama Piano Isacco

Unicredit-Mps, Orcel pensa ad una nuova piattaforma

NEWSLETTER
Iscriviti
X