Zurigo soffre anche oggi, a picco bancari e titoli del lusso

A
A
A
di Luca Spoldi 16 Gennaio 2015 | 12:39
Finanziari e lusso a picco anche oggi a Zurigo, con molti titoli in calo di oltre 5 punti percentuali. E’ l’effetto della slavina innescata ieri dalla Banca nazionale svizzera

LA VALANGA SVIZZERA CONTINUA – Non si arresta la caduta del listino di Zurigo, anche oggi in pesante rosso a metà giornata (-4,39%), con settori quali materie prime, industria, beni di consumo, salute, finanza e tecnologia in perdita di oltre il 4% in media. A pesare è l’attesa per il lancio di un “quantitative easing” da parte della Bce che mantiene basse le quotazioni dell’euro (a 1,1588 contro dollaro, appena sopra 1,01 contro franco svizzero) e fa correre i titoli di stato di Eurolandia, oltre a mantenere in terreno positivo gli altri listini azionari del vecchio continente.

FINANZIARI NELL’OCCHIO DEL CICLONE – Gam Holding cede al momento il 5,11%, Ubs il 5,63%, Credit Suisse il 6,44% e Julius Baer addirittura il 9,6%, ma non se la cavano meglio titoli come Swatch Group (-5,89%), Richemont (-7,14%) o persino Nestlè (-3,95%) e Novartis (-4,67%), che pure dovrebbero essere titoli maggiormente “difensivi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X