Visco (Bankitalia): bene riforma popolari se migliora governance e trasparenza

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Gennaio 2015 | 10:59
Per Visco la riforma delle popolari mira a migliorare governance, trasparenza e operatività. Tutto bene, ma andrà valutato il grado di concentrazione che porterà.

LE POPOLARI DARANNO BATTAGLIA – Cauto via libera da parte del numero uno di Banca d’Italia, Ignazio Visco, alla riforma delle popolari varata tramite decreto dal governo in settimana, con un provvedimento sul quale Via Nazionale non sembrerebbe essere stata preventivamente consultata e che sta già provocando una reazione difensiva delle dirette interessate, che promettono di opporsi in tutti i modi alla riforma per “mantenere la propria identità”.

DA VISCO CAUTO VIA LIBERA A RIFORMA – L’obiettivo delle norme adottate dal Governo per abolire il voto capitario e trasformare le banche popolari in società per azione (obiettivo che la stessa Banca d’Italia persegue da anni attraverso un’opera di “moral suasion” sui maggiori istituti sinora rimasta in larga misura senza risultati, ndr) appare per Visco “quello di migliorare la governance, la trasparenza e l’operatività di grandi banche a livello locale”. Finora, aggiunge il banchiere in una intervista a Bloomberg Television da Davos, “tutto bene”, ma andrà in ogni caso valutato “quanto consolidamento queste norme porteranno” nel concreto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

PopBari, arriva la sberla da Bankitalia

Generali, la Consob apre le verifiche

Banca d’Italia, nel 2020 aumentano gli esposti per truffe online

NEWSLETTER
Iscriviti
X