In Europa anche stamane comandano i tori

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Gennaio 2015 | 12:40
Tori ancora scatenati sui listini azionari europei, dopo l’annuncio di ieri di un quantitative easing Bce da almeno 1.140 miliardi di euro. Tra i migliori Bmw e Ab Inbev

ACQUISTI DIFFUSI IN TUTTA EUROPA– Il denaro continua ad affluire sui listini azionari del vecchio continente il giorno dopo l’annuncio della Bce di un quantitative easing da 1.140 miliardi di euro in 19 mesi  che presenta luci (importo superiore alle attese e suscettibile di ulteriori ampliamenti se l’inflazione resterà troppo distante dal 2% annuo) e ombre (condivisione del rischio poco più che simbolica). Londra a metà seduta segna +0,19%, Parigi guadagna l’1,85%, Francoforte viaggia a +1,52%, Madrid corre a +1,09%, mentre solo Milano, ieri euforica, si accontenta di consolidare a +0,06%.

ENI RESTA AL PALO,  BMW VOLA – L’Eurostoxx50 dal canto suo balza all’insù dell’1,83%, con appena quattro componenti in lieve calo tra cui Deutsche Post ed Eni, unici due a perdere oltre mezzo punto a testa. Al contrario volano oltre il 4% di guadagno titoli come Bmw, Ab Inbev e Airbus Group, ma anche Bayer, Unilever, Danone, Saint Gobain, Telefonica, Lvmh, Daimler e Bnp Paribas si mantengono oltre il 3% di rialzo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cribari (BlueStar): è il momento di puntare sull’auto

Da Fca-Psa a Volkswagen, il futuro delle auto è ancora elettrico?

Due titoli per cavalcare il trend dell’auto elettrica

NEWSLETTER
Iscriviti
X