Lagarde (Fmi): Atene deve rispettare i patti

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 26 Gennaio 2015 | 11:02
Il leader di Greci Indipendenti annuncia l’accordo con Syriza per un governo anti austerity. Ma Lagarde (Fmi) ribadisce: niente sconti o trattamenti di favore per Atene

LAGARDE: NIENTE TRATTAMENTE DI FAVORI – Mentre Alexis Tsipras pare intenzionato a dare vita a un governo di coalizione con la destra nazionalista di Greci Indipendenti per fare fronte comune contro le misure di austerity chieste dalla Ue, dal Fondo monetario internazionale giunge il monito di Christine Lagarde, che in un’intervista a Le Monde oggi ha ribadito: non ci saranno trattamenti di favore per Atene, che dovrà rispettare i patti sottoscritti in sede europea.

ALLEANZA SINISTRA-DESTRA PER ATENE – Una precisazione che giunge dopo che Panos Kammenos, leader e fondatore di Greci Indipendenti ha annunciato che “la Grecia ha un nuovo governo”, sancendo formalmente, come prescritto dalla costituzione di Atene, l’alleanza politica con Syriza che può ora, entro mercoledì mattina, recarsi dal presidente della repubblica (Carolos Papoulias, il cui mandato è ormai scaduto e la cui mancata successione ha portato ad elezioni anticipate) a chiedere l’incarico di governo. Sarà poi il nuovo premier a dover trovare l’accordo con la “troika” Ue-Fmi-Bce per uscire dalla procedura di “bailout” in cui il paese si trova dal 2010.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bce, Lagarde: “E’ ancora necessario ‘schermare’ l’economia”

Bce, così Lagarde dovrà stupire i mercati giovedì 10 dicembre

Eurobond, l’apertura di Lagarde

NEWSLETTER
Iscriviti
X