Goldman Sachs analizza le criptovalute

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 10 Agosto 2017 | 09:12

UN MERCATO DA 120 MILIARDI DI DOLLARI – Il mercato delle criptovalute ha ormai raggiunto l’astronomico controvalore di 120 miliardi di dollari e con un bitcoin che è tornato a crescere di oltre il 200% da inizio anno, anche banche d’affari come Goldman Sachs trovano sempre più difficile ignorarlo. Così in una nota sottolineano come, al di là che si creda o meno nel “merito di investire in criptovalute”, soldi “veri” sono ormai al lavoro per sviluppare ulteriormente il mercato.

ANCHE GOLDMAN SACHS STUDIA IL FENOMENO – Il dibattito si sposta così dalla legittimità della creazione di criptovalute alla velocità con cui nuovi investitori che intendono entrare nel mercato stanno raccogliendo fondi. Tra le domande a cui gli esperti di Goldman Sachs hanno cercato di dare una risposta, una in particolare riguarda cosa siano gli Ethereum, ultimi arrivati nella grande famiglia delle cripto valute.

ETHEREUM, RILEVANTI DIFFERENZE COI BITCOIN – Ethereum è anzitutto una piattaforma e poi una cripto valuta, notano gli esperti. A differenza dei bitcoin, creati per essere un’alternativa alle valute reali, Ethereum è più una piattaforma destinata a eseguire qualsiasi applicazione decentralizzata ed esegue automaticamente “contratti smart” quando sono rispettate alcune condizioni. Ethereum offre una valuta digitale chiamata Ether, ma questa è solo una delle componenti dell’esecuzione di un “contratto smart” e viene utilizzata principalmente per incrementare e premiare l’utilizzo della piattaforma.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, Bitcoin come oro digitale: una prospettiva multi-asset

Etp, WisdomTree quota un prodotto sul Bitcoin in Germania

Tasse, in Svizzera anche il Canton Ticino accetterà pagamenti in Bitcoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X