S&P riduce il rating di sei gruppi bancari europei

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Febbraio 2015 | 10:11
Standard & Poor’s ha ridotto i rating di sei grandi gruppi creditizi europei dopo il varo della nuova norma Ue che prevede salvataggi bancari tramite procedure di “bail-in”

S&P TEME LA NORMA SUI BAIL-IN EUROPEI Standard & Poor’s taglia il rating di alcune tra le maggiori banche europee, a causa della prospettiva che i rispettivi governi abbiano minori probabilità di fornire aiuti in caso di crisi per via della nuova legge Ue che pone fine alle procedure di “bail-out” e impone di ripartire il costo dei salvataggi anche su azionisti e obbligazionisti e non solo sui contribuenti (“bail-in”).

INGLESI E SVIZZERE LE PRIME BOCCIATE – I gruppi bancari interessati al downgrade sono Credit Suisse Group, Hsbc Holdings, Barclays, Lloyds Banking Group, Standard Chartered e Royal Bank of Scotland Group, mentre il nome di Deutsche Bank risulta tra una serie di istituti tedeschi e austriaci il cui merito di credito è stato messo sotto osservazione per un possibile futuro downgrade.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Standard Ethics migliora il rating di Acea

Mercati, A2a: Standard Ethics conferma rating e outlook

Banche, Standard Ethics conferma il rating EE- a Mediobanca

NEWSLETTER
Iscriviti
X