Varoufakis: rispetteremo impegni ma dateci tempo

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Febbraio 2015 | 12:56
Il ministro greco delle Finanze, Varoufakis, ribadisce: non abbiamo diritto di ritardare il rimborso dei bailout e rispetteremo impegni, ma dateci tempo almeno fino a maggio

PROPOSTE NELL’INTERESSE DELL’EUROPA – Rispondendo indirettamente al collega tedesco, Yanis Varoufakis, il neo ministro delle Finanze di Atene, in conferenza stampa dopo il colloquio con Wolfgang Schaeuble durato oltre un’ora e mezza più del previsto sottolinea come Germania e Grecia abbiano già sprecato un’opportunità per risolvere la crisi nel 2010 trattando un problema di solvibilità come se fosse un problema di liquidità. Ora, aggiunge, “potete attendervi dal mio governo proposte che siano nell’interesse dell’Europa, non solo della Grecia”.

DATECI TEMPO, RISPETTEREMO IMPEGNI – Varoufakis ribadisce anzi che il suo governo non indulgerà in manovre tattiche e che varerà riforme di efficientamento macroeconomico,  ma poi aggiunge: “abbiamo bisogno di una soluzione a breve termine, di una rapida decisione ponte” e la Germania “deve capire cosa significhi essere presi un una morsa deflattiva e in una crisi del debito”.  Varoufakis ribadisce ancora una volta di non credere che la Grecia abbia “il diritto di ritardare il rimborso dei bailout”, che scadranno il prossimo 28 febbraio. “Pensiamo ci sia stato dato troppo denaro, non troppo poco” aggiunge il ministro di Atene, che chiede che alla Grecia venga concesso “un programma ponte fino alla fine di maggio per avere un poco di respiro”. La Grecia, conclude Varoufakis “abbandonerà la lettera “D” di default”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti