Mediolanum, Fininvest vende con le stock option

A
A
A
di Maria Paulucci 16 Febbraio 2015 | 11:00
Nel mese di gennaio Fininvest ha venduto 20mila titoli in due distinte tranche, per un totale di 20mila azioni al prezzo di 3,3315 euro ciascuna.

STOCK OPTION IN CASA FININVEST – In attesa di capire quale piega prenderà la vendita delle quote di Mediolanum, la vita negli uffici della Fininvest prosegue lungo i soliti binari. Perciò, se c’è da esercitare una stock option, la si esercita. È successo per esempio nel mese di gennaio quando, secondo le comunicazioni di Borsa Italiana sulle società quotate – le cosiddette “informazioni regolamentate”Fininvest ha venduto 20mila titoli in due distinte tranche, una il 20 e l’altra il 28 gennaio, a un prezzo di 3,3315 euro l’uno e per un totale di 66.630 euro. Le due operazioni, avvenute fuori mercato, non hanno riguardato una grandissima cifra. Niente a che vedere, comunque, con il provvedimento della Banca d’Italia che ha imposto a Fininvest di vendere le quote eccedenti il 10% di Mediolanum dopo la perdita dei requisiti di onorabilità dell’ex presidente del Consiglio – e patron della stessa FininvestSilvio Berlusconi, che partiva da una quota del 35% circa.

NESSUNA VENDITA PER UN ANNO?
– Tuttavia, è interessante seguire i movimenti dell’azionista, anche quelli che rientrano nell’ordinario, dopo i recenti sviluppi. Qualche giorno fa, secondo quanto riferiscono diverse agenzie di stampa, i legali della Banca d’Italia Olina Capolino, Marco Mancini, Michele Cossa e Guido Crapanzano hanno sostenuto – nella memoria depositata al Tar del Lazio per la camera di consiglio sulla sospensiva richiesta da Silvio Berlusconi insieme alla Holding Italiana Quarta di Marina Berlusconi contro il provvedimento di Palazzo Koch – che il neocostituito trustee può vendere la partecipazione di Fininvest in Mediolanum solo dal gennaio 2016. Secondo i legali di Bankitalia, fino al 9 gennaio 2016 non è consentita l’alienazione in maniera assoluta, mentre il divieto di alienazione della partecipazione prima dei 18 mesi dall’istituzione del trust, e dunque fino al 9 luglio 2016, vale a meno che non ci siano “condizioni talmente vantaggiose che lungi da poter configurare qualsivoglia pregiudizio assicurino alla Fininvest uno straordinario guadagno”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Doris, il patto su Mediobanca tiene duro (almeno per ora)

Banche, Mediobanca saluta Fininvest

Mediolanum, mazzata su Fininvest

NEWSLETTER
Iscriviti
X