Borse europee in rialzo, brillano finanziari e petroliferi

A
A
A
di Luca Spoldi 18 Febbraio 2015 | 10:23
Sarebbe ormai questione di ore perchè Atene chieda formalmente un’estensione degli accordi di bailout come prospettato dall’Eurogruppo. In evidenza tra le blue chip Eni e Unicredit

INTESA A PORTATA DI MANO? – Mercati azionari europei che ripartono all’attacco, mentre rimbalza sui principali media internazionali la voce che Atene è pronta a richiedere un’estensione di sei mesi degli attuali accordi di bailout, in scadenza a fine febbraio. Londra in tarda mattinata oscilla a +0,08%, Parigi segna +0,87%, Francoforte è a +0,54%, mentre Madrid sale dell’1,12% e Milano dell’1,31% a conferma che dalla probabile intesa tra Atene e l’Eurogruppo sono proprio i mercati periferici a poter trarre maggiori benefici grazie all’ulteriore riduzione del premio per il rischio che favorisce rialzi sia degli indici azionari sia dei corsi dei titoli a reddito fisso (con nuova compressione di rendimenti e spread lungo tutta la curva).

FINANZIARI (E PETROLIFERI) A TUTTO GAS – L’Eurostoxx50 dal canto suo oscilla a +0,81%, con solo due componenti, Orange e Munich Re, che ancora indugiano appena sotto le chiusure di ieri. In rialzo tutti gli altri componenti, con guadagni più marcati per finanziari e petroliferi come Societe Generale, Eni, Bnp Paribas, Unicredit, Banco Santander e Bbva tutti dal 2% in su di crescita rispetto alla chiusura di ieri.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, le previsioni sul prossimo meeting Opec

Ftse Mib, quota 24.000 non è una chimera. Cinque big cap sotto la lente

Eni allunga il passo in scia al petrolio. I prossimi obiettivi tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X