Le prese di profitto non frenano Asml Holding

A
A
A

Il definitivo via libera all’ultima tranche di aiuti e all’estensione di altri 4 mesi del bailout greco sembra a portata di mano e sui mercati affiorano le prime prese di profitto

Luca Spoldi di Luca Spoldi24 febbraio 2015 | 10:14

AFFIORA QUALCHE PRESA DI PROFITTO – Dopo la lunga corsa che ha preceduto e immediatamente seguito la sigla di un preaccordo tra Eurogruppo e Grecia per estendere di quattro mesi il programma di bailout altrimenti in scadenza a fine mese e l’invio, ieri notte, di una lettera in cui Atene ha precisato le riforme che si impegna a varare in cambio dell’ultima tranche di aiuti (da 7 miliardi) e della possibilità di prendere tempo in attesa di trovare un accordo sulle modalità e tempi di rimborso dei 240 miliardi ricevuti dalla “troika” Ue-Bce-Fmi, le borse tirano il fiato.

ASML HOLDING IN LUCE, DEBOLI AIRBUS E VOLKSWAGEN – Se Tokyo ha comunque registrato un rialzo dello 0,74% con l’indice Nikkei225 a 18.603 punti, Hong Kong ha ceduto lo 0,35%, mentre in Europa stamane Londra oscilla sui livelli di ieri, Parigi cede lo 0,15%, Francoforte lo 0,23%, Madrid guadagna lo 0,13% e Milano è ora in rosso dello 0,40%. L’Eurostoxx50 dal canto suo rimane a -0,07% con Asml Holding in rialzo del 4,35% e anche Inditex ed Essilor International sopra l’1,5% di guadagno. Deboli Airbus Group e Volkswage, che assieme a Bmw sono in calo di un punto percentuale o più.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Airbus, svanisce l’ordine di Iran Air per gli A380

Borse europee sottotono, nonostante Airbus Group e Deutsche Bank

Borse europee: Deutsche Bank resiste alle vendite, Airbus Group perde quota

Ti può anche interessare

Boom dei Green Bond sul mercato

Un report di Skandinavska Snkilda Banken prevede che nel 2019 le emissioni potrebbero sfondare quota ...

Borse, come sarà il 2019

L’outlook Maria Paola Toschi, global market strategist di J.P. Morgan Asset Management. ...

Spread, una settimana per tirare il fiato

Dopo tanta tensione, finalmente si tira il fiato. La scorsa settimana è stata infatti all’insegna ...