Milano riparte, lo storno pare già terminato

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Marzo 2015 | 09:36
Il calo dell’euro e dei tassi (e spread) sui Btp fanno scattare nuovi acquisti. Tra i titoli si mette in luce Telecom Italia, che fa il tifo per una fusione Wind-3 Italia

PIAZZA AFFARI TORNA SUBITO A SALIRE – La “pausa fisiologica” dura appena una giornata a Piazza Affari che dopo un’ora di lavoro stamane vede già il Ftse Mib risalire dell’1,27%, mentre il Ftse Italia All-Share segna +1,17% mentre il Ftse Italia Star guadagna lo 0,80%, sostenuta dall’euro debole (1,0656 contro dollaro), dal nuovo calo di rendimenti e spread sui Btp (il decennale guida rende l’1,15%, il nuovo minimo storico, con uno spread contro Bund di poco superiore allo 0,96%) e dall’ottimismo circa la trattativa tra Grecia e “troika” sulle future riforme di Atene.

TELECOM ITALIA E FINMECCANICA CORRONO – Tra le singole blue chip torna a correre Telecom Italia (mentre sembra ormai prossima la fusione tra Wind e 3 Italia, sempre che l’Antitrust europeo sia d’accordo), che sfiora il +5%, mentre prosegue l’avanzata di Finmeccanica (+3,2%). Bene anche Campari dopo i dati 2014 come pure Bpm e Salvatore Ferragamo. In calo per ora solo Gtech e Atlantia, entrambe per poco più di un punto percentuale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

In Leonardo c’è… Profumo di saldi per far cassa (e magari un favore ai francesi)

Report Operativo: monitoraggio posizione su Finmeccanica

Ftse Mib, come si evolverà il trend e i titoli tecnicamente interessanti

NEWSLETTER
Iscriviti
X