Borse affaticate da troppe salite

A
A
A
di Luca Spoldi 17 Marzo 2015 | 15:12
Giornata fiacca sui listini europei, non aiutati dall’avvicinarsi delle scadenze tecniche nè dall’apertura in calo di Wall Street che torna a tener d’occhio la Fed sui tassi

BORSE IN CALO, SI GUARDA A SCADENZE TECNICHE – Le scadenze tecniche (il mese borsistico finirà venerdì prossimo) si avvicinano e si fanno sentire sui listini europei come a Wall Street dopo i rialzi delle ultime sedute. Mentre a New York, dove si torna a valutare un possibile primo rialzo dei tassi della Federal Reserve dalla prossima estate, gli indici oscillano attorno al mezzo punto di perdita dopo un’ora di scambi, Londra resta a +0,22%, ma Parigi cede lo 0,81%, Francoforte segna -1,50%, Madrid perde l’1,15% e Milano oscilla a -1,06%.

AIRBUS E ORANGE GUIDANO I RIBASSI – L’Eurostoxx50 dal canto suo è in rosso dell’1,06%, con Airbus Group che lascia sul terreno oltre il 3,6%, Orange che dopo aver annunciato di voler investire 15 miliardi di euro in infrastrutture entro il 2018 oscilla a -3,5%, Inditex, Daimler e Intesa Sanpaolo tutte in rosso di oltre il 2%. In rialzo di poco più di un punto a testa restano invece GdF Suez e Total, con Eni che al momento oscilla attorno al +0,33%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, le previsioni sul prossimo meeting Opec

Ftse Mib, quota 24.000 non è una chimera. Cinque big cap sotto la lente

Eni allunga il passo in scia al petrolio. I prossimi obiettivi tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X