Wall Street attende la Yellen, il petrolio perde quota

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 18 Marzo 2015 | 15:21
In attesa della Yellen (Fed), indici azionari poco sotto la chiusura di ieri, mentre recuperano T-bond e metalli preziosi. Debole il petrolio, sotto i 43 dollari al barile

WALL STREET ATTENDE LA YELLEN – Ancora una seduta che trascorre all’insegna dell’attesa, fino almeno alla conferenza stampa di Janet Yellen a chiusura della due giorni del Fomc, dalla quale i trader cercheranno di trarre auspici per la politica monetaria che la Federal Reserve intende seguire nei prossimi mesi. Al momento a Wall Street il Dow Jones cede lo 0,35%, l’S&P500 oscilla a -0,23% e il Nasdaq è indicato a -0,16%. Tra le blue chip perdono quota Visa, Pfizer e Procter & Gamble, mentre recuperano Chevron, Caterpillar e Du Pont.

BOND SOLIDI, CEDE IL PETROLIO – Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del titolo decennale scivolare nuovamente sul 2,03% e quello del trentennale sul 2,59%, confermando un appiattimento della curva che nell’ultimo mese ha visto le scadenze da 3 mesi a 5 anni perdere terreno e veder salire il rendimento, al contrario di quelle a lungo termine che hanno recuperato terreno con tassi in frazionale calo sulla speranza che la Fed continui ad attendere “con pazienza” che lo scenario macro migliori ulteriormente. L’oro resta intorno a 1147,20 dollari l’oncia (solo 1 dollaro meno di ieri), l’argento è indicato a 15,48 dollari (82 centesimi di perdita) e il petrolio torna a scendere ed è indicato a 42,19 dollari (1,27 dollari meno di ieri).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bond, le nuove emissioni governative e corporate. L’analisi

Asset allocation, obbligazioni: 4 fattori per evitare il green washing

Asset allocation: ecco come posizionarsi ora al meglio sui bond

NEWSLETTER
Iscriviti
X