Mps stabile dopo preannunciato addio di Profumo

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Marzo 2015 | 11:05
Profumo è pronto a lasciare la presidenza di Mps dopo l’aumento di capitale da 3 miliardi, ritenendo il risanamento compiuto. In borsa il titolo oscilla poco sopra i 59 centesimi

MPS NON SOFFRE L’ADDIO DI PROFUMO – Mps non reagisce alle dichiarazioni del suo presidente, Alessandro Profumo, che ha dichiarato in un’intervista al Corriere della Sera, poche ore dopo il deposito della lista da parte della Fondazione Mps e dei soci pattisti (che prevede la conferma sua e di Fabrizio Viola nel ruolo di amministratore delegato) di essere pronto a lasciare l’incarico.

DOPO AUMENTO RISANAMENTO CONCLUSO – Secondo Profumo, che una volta uscito dal gruppo senese vorrebbe “costituire una struttura che fornisca capitali e assistenza a imprenditori medi che vogliano crescere e diventare grandi”, superati i passaggi rappresentati da assemblea e aumento di capitale da 3 miliardi “la parte più importante del risanamento della banca” senese “potrà dirsi conclusa” e il suo ruolo esaurito. “Sono sicuro che il Patto sarà in grado di identificare una persona di alto livello” ha concluso Profumo ed il mercato sembra dargli ragione, col titolo che oscilla appena sopra i 59 centesimi di euro per azione (+0,34%) con meno di 24 milioni di pezzi passati di mano, senza particolari tensioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Leonardo sale in borsa dopo annuncio commessa Usa

Anche a Piazza Affari è tempo di “allerta meteo”

Equita group prepara lo sbarco sull’Aim Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X