Arte, chiusura con i botti per la fiera TEFAF 2015

A
A
A
di Stefano Porrone 1 Aprile 2015 | 07:50
La manifestazione tenutasi a Maastricht ha registrato 75.000 visitatori provenienti da 65 paesi.

I NUMERI – 75.000 visitatori provenienti da 65 paesi, un record di 400 jet privati atterrati all’aeroporto di Maastricht e 261 presenti tra direttori e curatori dei principali musei del globo; sono questi i numeri di TEFAF 2015, la fiera d’arte e antiquariato più importante del mondo svoltasi a Maastricht in Olanda dal 13 al 23 marzo.

IL COMMENTO DEGLI ESPOSITORI  – Riassumendo l’evento di quest’anno l’impressione comune tra la maggioranza degli espositori è stata quella di orgoglio e privilegio di poter far parte di una fiera così straordinaria, a detta di tutti gli appassionati e collezionisti che l’hanno visitata un vero must per tutti gli operatori impegnati nel mercato dell’arte. TEFAF rappresenta senza dubbio un appuntamento da non perdere vista l’altissima concentrazione di tante opere ed oggetti di tale importanza e qualità e che offra un opportunità simile di entrare in contatto con un network cosi vasto di collezionisti provenienti da tutto il mondo.

NIGHT FISHING – Novità di quest’anno l’iniziativa Night Fishing, una mostra che prevede opere di artisti postmoderni e contemporanei concepita per completare la sezione di arte moderna dove gli artisti saranno scelti sulla base di sculture, tema scelto per questa edizione, ossia la sculture che facciano riferimento storico/artistico agli oltre 7000 anni di storia dell’arte con l’obbiettivo finale di far dialogare l’arte antica con quella dei nostri giorni.

51 MILIARDI DI EURO
– Per chiudere, a qualche giorno dall’inaugurazione è stato presentato l’annuale TEFAF art market report, che ha annunciato il raggiungimento della cifra record di 51 miliardi di euro nel mercato dell’arte globale del 2014, con un sorpasso sul fatturato degli anni precedenti la recessione del 2008. E l’edizione di quest’anno non ha tardato a confermare il felice andamento delle vendite nel settore.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X