Piazza Affari in calo nonostante moda e Saipem

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Aprile 2015 | 15:50
Partita bene, Piazza Affari vede a fine seduta prevalere le prese di profitto, specie sui titoli finanziari. Dal rosso si salvano Saipem, grazie a Shell-BP, e i titoli della moda

MILANO VEDE SVANIRE IL RIALZO INIZIALE – Partita bene, Piazza Affari si è persa per la via durante la giornata, complice qualche tensione che torna a crescere tra Ue e Grecia dopo l’intesa raggiunta tra Alexis Tsipras e Vladimir Putin per uno sviluppo degli scambi commerciali tra i due paesi e la possibile adesione al progetto di Turkish Stream che pare una rivalsa contro le richieste di ulteriore austerity della “troika” e il calo del petrolio che fa svanire l’iniziale rialzo dei titoli del settore legato alla fusione tra Shell e BP.

FERRAGAMO E SAIPEM CORRONO, CEDE BANCO POPOLARE – A fine giornata il Ftse Mib cede lo 0,54%, il Ftse Italia All-Share perde lo 0,44%, mentre il Ftse Italia Star  chiude a +0,40%. Tra le blue chip italiane si mettono in luce Salvatore Ferragamo e Saipem, in rialzo rispettivamente di 6 e 5 punti percentuali. Bene anche Moncler e Tod’s (entrambe sopra il 2% di guadagno in una giornata positiva per i titoli della moda), mentre riaffiorano prese di profitto sui finanziari con Banco Popolare e Mediolanum in deciso calo assieme a Telecom Italia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Ftse Mib in un equilibrio fragile

Ftse Mib in stand-by. Quattro big cap italiane sotto la lente

Saipem prossimo alla chiusura del gap ribassista aperto lo scorso marzo

NEWSLETTER
Iscriviti
X