Sui Btp si spuntano tassi tra lo 0,23% e l’1,64%

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Aprile 2015 | 13:57
Emessi oggi in asta per il massimo importo previsto (7,5 miliardi), i Btp a 3, 7 e 15 anni hanno registrato un modesto rialzo dei rendimenti lordi. La domanda resta robusta.

TASSI IN LIEVE CRESCITA SUI BTP IN ASTA – Una nota ufficiale di Banca d’Italia ha reso noto i risultati dell’odierna asta di titoli di Stato a tre, sette e 15 anni. Il nuovo Btp a 3 anni, scadenza maggio 2018, ha visto assegnati 3,5 miliardi a fronte di una domanda per oltre 5,45 miliardi, al rendimento lordo dello 0,23%, in rialzo di 8 punti base (0,08%) rispetto all’asta precedente. A fronte di una cedola nominale dello 0,25% annuo il prezzo di aggiudicazione è risultato poco sopra la pari (100,07).

COLLOCATI TUTTI I 7,5 MILIARDI PREVISTI
– Totalmente assegnati anche i 2,5 miliardi offerti di Btp a 7 anni (scadenza aprile 2022), a fronte di una domanda superiore ai 3,67 miliardi. In questo caso il tasso è stato pari allo 0,89% lordo annuo con un incremento di 18 punti base dalla precedente tranche (prezzo di aggiudicazione 103,09). Infine il Btp a 15 anni (scadenza marzo 2030) è stato offerto e assegnato per 1,5 miliardi, a fronte di oltre 2,15 miliardi richiesti, con un rendimento lordo dell’1,64% annuo e prezzo di aggiudicazione pari a 124,55 (la cedola nominale è pari al 3,5%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X