Kkr frena meno del previsto, Wall Street premia il titolo

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 23 Aprile 2015 | 13:46
Nei primi tre mesi dell’anno il gruppo di private equity ha visto calare l’utile economico netto rispetto a un anno prima, ma il risultato batte le attese di consenso e il titolo sale

UTILE NETTO IN FRENATA NEL TRIMESTRE PER KKR – Il primo trimestre del 2015 si è chiuso per  Kkr & Co. con un utile netto attribuibile (secondo i criteri Gaap) di 270,5 milioni dollari, in aumento rispetto ai 210 milioni dello stesso periodo di un anno prima. Gli utili distribuibili totali sono stati pari 516,5 milioni pari a 0,46 dollari per azione (contro 0,43 dollari di un anno prima). L’utile netto economico è invece risultato pari a 599,4 milioni, in calo rispetto ai 630,3 milioni di un anno prima, con un utile economico netto rettificato di 0,62 dollari per azione contro gli 0,77 dollari per azione di un anno prima (ma il consenso degli analisti si attendeva  un dato di 52 centesimi a titolo).

I NUMERI BATTONO LE ATTESE, IL TITOLO SALE – Gli utili da commissioni e interesse sono saliti a 168 milioni (da 162,9 milioni di un anno prima), mentre il Book value è risultato pari a 10,4 miliardi dollari al 31 marzo 2015 (ovvero 12,19 dollari per azioni). Il Return on equity (Roe) e il cash return sono risultati pari rispettivamente al ​​15% eal 20%, mentre il patrimonio in gestione (Aum) era pari a fine marzo a 99,1 miliardi, di cui 82,9 miliardi rappresentato da asset che hanno generato commissioni. I numeri della trimestrale sono apparsi nel complesso superiori alle attese, tanto che il titolo Kkr nei primi minuti di contrattazione sfiora l’1% di rialzo a Wall Street.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

KKR nel mirino dei fondi pensione Usa

KKR si rafforza in Francia con Veyrat

KKR chiude un fondo sull’healthcare in America

NEWSLETTER
Iscriviti
X