Carige sale dopo ok ad aumento da 850 milioni

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 24 Aprile 2015 | 09:07
L’assemblea ha autorizzato un aumento da 850 milioni che dovrebbe partire nella seconda metà di maggio. Per la cessione di Banca Cesare Ponti si valuterà congruità offerte

CARIGE SALE DOPO OK AD AUMENTO Banca Carige in rialzo di un punto abbondante per le azioni ordinarie (mentre i titoli di risparmio segnano un incremento del 2,2%) dopo che ieri l’assemblea dei soci dell’istituto ligure ha approvato il bilancio 2014 dando anche l’atteso via libera ad un aumento di capitale da massimi 850 milioni di euro, che dovrebbe partire tra la seconda metà di maggio e i primi di giugno.

CESARE PONTI, SI VALUTERANNO OFFERTE – Sono invece state bocciate dall’assemblea le proposte di modifica di vari articoli dello statuto, col voto decisivo di Fondazione Carige. Per quanto riguarda le cessioni previste dal “capital plan” della banca, l’amministratore delegato Piero Luigi Montani ha dichiarato di attendersi offerte per Banca Cesare Ponti (alla quale pare interessata in particolare Banca Finnat, ndr) e che, ove fossero valutate congrue, Carige  cederebbe l’istituto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza e private banking, la svolta di Banca Carige (e Cesare Ponti)

Carige, il destino nei piccoli azionisti

Carige come la bella di Torriglia: spunta uno spasimante californiano

NEWSLETTER
Iscriviti
X