“Voluntary disclosure”, calcoli solo a mano

A
A
A
di Andrea Giacobino 13 Maggio 2015 | 05:59
L’Agenzia delle Entrate sta predisponendo il sofware per il computo automatico delle sanzioni. Ma fino ad allora…

LAVORI IN CORSO – Lavori in corso sulla “voluntary disclosure”  all’Agenzia delle Entrate per predisporre il software per il calcolo automatico delle sanzioni sulla procedura di emersione dei capitali. A breve, infatti, saranno perfezionate le applicazioni informatiche che consentiranno agli uffici di determinare le sanzioni sulle imposte e sul monitoraggio fiscale tenendo già conto dei benefici concessi dalla legge n. 186/2014. Il sistema provvederà anche a stampare negli atti le specifiche avvertenze connesse alla procedura.

COMPILAZIONE MANUALE – Ma fino a quando l’applicativo informatico non sarà perfezionato, gli uffici dovranno procedere al calcolo, alla modifica degli importi e all’inserimento delle avvertenze manualmente. Per gli anni di imposta 2004 e 2005 la compilazione manuale resterà comunque definitiva, in quanto il sistema utilizzato a quei tempi dall’amministrazione non sarà oggetto di aggiornamento.

DOCUMENTI A BASSA RISOLUZIONE – Inoltre i documenti dovranno essere mandati in email in bassa risoluzione: a rischio è infatti lo sforamento della capacità della casella di posta elettronica dell’Agenzia. E se i documenti dovessero essere troppo pesanti sarà necessario fare invii multipli. Sono queste alcune indicazioni contenute nella nota alle direzioni territoriali dell’Agenzia inviata pochi giorni fa dal direttore centrale Aldo Polito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti