I Btp a 3 anni tornano a rendere lo 0,32%, quelli a 30 anni il 2,92%

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Maggio 2015 | 12:07
Domanda sempre elevata, ma per collocare 7 miliardi di euro il Tesoro ha dovuto offrire dallo 0,32% sui triennali al 2,92% sui titoli a 30 anni, in rialzo rispetto al mese scorso

IL TESORO FA IL PIENO MA A TASSI IN RIALZO – Il Tesoro ha collocato stamane 7 miliardi in tutto di Btp di diverse durate, dai 3 ai 30 anni, a tassi in risalita rispetto ai minimi storici toccati il mese scorso. Nel dettaglio, come riporta una nota della Banca d’Italia, sono stati collocati 3 miliardi (il massimo) di Btp triennali al tasso lordo dello 0,32% (dal precedente 0,22%) e 2,5 miliardi (anche in questo caso il massimo) di Btp settennali al tasso lordo dell’1,31% (dallo 0,9% precedente).

L’ERA DEI TASSI VICINI A ZERO STA FINENDO? – Collocati anche 749,9 milioni di Btp a 15 anni al tasso lordo del 2,32% e 750,1 milioni di Btp a 30 anni al tasso lordo del 2,92% (contro l’1,86% dell’asta precedente), per un totale dunque di 1,5 miliardi pari al massimo complessivamente posto in collocamento dal Tesoro. L’asta odierna sembra dunque rafforzare la sensazione già avuta in settimana con l’asta dei Bot a 12 mesi che la domanda sia destinata a mantenersi elevata ma richieda tassi leggermente più elevati rispetto ai minimi storici toccati in aprile, in linea con l’andamento del mercato secondario.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, bond: tutte le nuove emissioni all’insegna del green

Fineco, un bond che va a ruba

Asset allocation: l’outlook di Robeco sul credito

NEWSLETTER
Iscriviti
X